Miscelatore statico

Miscelatori statici progettati su misura per le tue applicazioni.

La condizione necessaria affinchè una reazione chimica, tra due o più sostanze, avvenga è che le sostanze possiedano una ben definita capacità per reagire tra loro.

Questa tendenza a reagire è però non sufficiente al compimento della reazione, in quanto, affinchè una reazione tra molecole affini avvenga, è indispensabile che le singole molecole si urtino tra loro.

Risulta perciò necessaria una AGITAZIONE-MISCELAZIONE per mezzo di un miscelatore statico. L’agitazione-miscelazione è quindi una operazione fondamentale;

consiste nella produzione, entro un fluido, di un moto turbolento con lo scopo di ottenere una miscela omogenea (di due o più sostanze allo stato liquido, gassoso o polverizzato), di caratteristiche predeterminate in quanto a proporzioni tra i componenti.

A seconda del risultato che si vuole ottenere si vuole ottenere si chiedono, ai sistemi di agitazione o miscelazione, requisiti differenti.

La prima importante distinzione è tra miscelazione dinamica e miscelazione statica.

Nella prima soluzione si possono riconoscere apparecchiature come gli agitatori a elica o a palette rotanti e gli agitatori a turbina, con o senza insufflamento d’aria.

Questi agitatori vengono di regola utilizzati per processi discontinui oppure, nel caso di trattamento acqua, in bacini aperti; raramente nelle condotte in pressione. I miscelatori dinamici forniscono una buona dissipazione di energia vicino alle pale o ai diffusori, ma via via che ci si allontana da questi, il rendimento si abbassa sensibilmente.

Con la Miscelazione Statica questi ed altri inconvenienti vengono superati. Ma cosa si intende per Statica ?

Molto semplicemente, la Miscelazione Statica è l’omogeneizzazione di fluidi senza l’ausilio di parti in movimento.
L’energia richiesta per la Miscelazione Statica viene fornita dal movimento degli stessi fluidi, spinti da gravità, pompe o soffianti.
Un’unità di Miscelazione Statica è infatti formata da una serie di elementi miscelanti inseriti in una condotta, secondo la direzione del flusso e lo ricombina in una sequenza geometrica studiata nel dettaglio.
La miscelazione è pertanto il risultato del fluire forzato dei fluidi attraverso i canali degli elementi miscelanti.

L’insieme del sistema è chiamato Static Mixer.

Le tecnologie di miscelazione statica sono applicate con soddisfazione nei processi di trattamento delle acque, che sono generalmente processi in continuo, nei quali vengono additivati prodotti chimici che devono essere distribuiti rapidamente e uniformemente nel flusso principale.

E soprattutto, con una qualità ed efficienza di miscelazione molto elevata, che si realizza in tempi molto brevi, spesso in meno di un secondo (flash mixing), in pochi diametri di tubazione e con basse perdite di carico.

Vantaggi della miscelazione statica

I principali vantaggi tecnici ed economici derivanti dall’applicazione delle tecnologie di Miscelazione Statica, sono i seguenti:

  • Elevata efficienza di miscelazione – risparmio di reagente dosato
  • MIscelazione uniformemente distribuita ( non localizzata nei dintorni dell’elica, come nel caso di miscelazione dinamica )
  • Uniforme distribuzione dell’additivo nell’intero flusso che intercetta il Channel mixer (nel caso di miscelazione dinamica, parte del flusso by-passa la zona interessata dalla turbina)
  • Facilità di installazione sull’esistente
  • Assenza di parti in movimento – manutenzione estremamente ridotta
  • Disponibilità in ogni forma, dimensione e materiale
  • Assenza di collegamenti elettrici e di consumi energetici
  • Perdite di carico trascurabili.